Emma Ciceri | Almerino Vola

 

Preview 28 gennaio 2016, h.18.30
29 gennaio – 19 marzo 2016

La Galleria Riccardo Crespi presenta la seconda personale di Emma Ciceri, Almerino Vola.

La ricerca di Emma Ciceri si pone in relazione diretta con il reale attraverso una prolungata e approfondita osservazione, registrando la tensione che emerge nella dialettica tra individualità e moltitudine, in una ricerca continua di soggettività nella folla.

Lo spunto per questa mostra è un’immagine che ricorre frequentemente nella mente dell’artista: un uomo attorniato dai piccioni come fosse una sorta di piedistallo temporaneo per i volatili. La tenacia della Ciceri nel ricercare all’interno della realtà l’immagine che fino a quel momento solo lei aveva visto, l’ha condotta all’incontro con Almerino, un uomo che da molti anni vive con uno stormo di uccelli ai quali dedica tutto il suo tempo e le sue cure. Per queste creature ha costruito numerose strutture e posatoi, e con esse trascorre giornate scandite da gesti che si ripetono e rendono il tempo uno spettacolo intenso e raffinato. L’artista, frequentando l’ambiente di Almerino per due anni, in diverse stagioni e in svariati momenti della giornata, ha mutato la concezione originaria del proprio lavoro, senza volerne forzare la visione.

Il risultato è una serie di fotografie, Almerino Vola, e un video dal medesimo titolo, in cui la Ciceri si limita ad osservare e archiviare il girato nel rispetto del luogo e dei suoi ritmi, fino a stabilirvi una vera e propria relazione, grazie alla quale ha indagato la vocazione di questo creatore che accumula materiali di scarto e li assembla, mai con intenti produttivi o decorativi, ma spinto dalla necessità di generare luoghi per la vita di altri esseri viventi.

Completano la mostra un secondo video Nenia e alcuni lavori installativi.

Durante l’inaugurazione si terrà un dibattito tra Emma Ciceri e il filosofo Leonardo Caffo, a conclusione del quale sarà tratto un testo che accompagnerà il pubblico nella riflessione sui temi suggeriti dalle opere.