Søren Lose, Return to Tomorrowland


Preview 27 Novembre 2008 - h. 18.30
28 Novembre 2008 - 17 Gennaio 2009
Testo critico di Paola Noè

La Galleria Riccardo Crespi presenta Return to Tomorrowland, la prima personale in Italia dell’artista danese Søren Lose.

L’opera di Søren Lose si serve di fotografia, video, foto ritrovate ed istallazione per indagare i diversi livelli di una memoria condivisa, svelando attraverso i meccanismi del ricordo e della rappresentazione le connessioni tra le storie personali e la Storia collettiva.

In mostra la serie fotografica Tomorrowland, che nasce dal soggiorno dell’artista ad Istanbul, terra di incontri e scontri politici, culturali e religiosi, emblema della fusione di tempo, storia, architettura e memoria.

Gli edifici e i paesaggi di Tomorrowland, la terra del domani – fotografati in bianco e nero, manipolati e decontestualizzati - rivelano la capacità immaginativa e paradossale di Søren Lose nel delineare un presente già passato che può tuttavia essere osservato come possibilità di un luogo nel futuro.

Completano la serie 3 light box, The Hagia Sophia, Odakule, dawn e The Well, che mostrano una città a colori, ma sempre in penombra, dal crepuscolo alla notte.

Alla medesima esperienza fa riferimento anche la serie Transitions, una sorta di diario illustrato in cui le costruzioni della città turca sono giustapposte in una visita ideale realizzata per frammenti fotografici.

Nelle due sculture Transmutation, derivate dalle fotografie della serie Transitions, Søren Lose condensa epoche e luoghi differenti attraverso l’uso dell’innovativa tecnica del rapid prototyping che permette di creare modelli tridimensionali da renderings digitali. Il risultato finale è un assemblage che rimarca ulteriormente la commistione di stili e forme presenti ad Istanbul, eletta a metafora della stratificazione di storia e memoria insita in ogni città contemporanea.