Maria Laet

Nata Rio de Janeiro- Brazil, 1982. Vive e lavora a Rio de Janeiro

La ricerca di Maria Laet può essere vista come una poetica del segno. In questo senso, l'artista separa brevi frammenti dal normale flusso di realtà che intervengono nello spazio con minimi gesti, creando installazioni ambientali che durano il tempo necessario per catturare il ritorno di un'onda, del vento nella foresta, di un muro sotto la linea tracciato dalla sua mano. In realtà uno degli aspetti più sorprendenti del linguaggio artistico di Maria Laet è il forte legame con l'ambiente naturale, l'urgenza di sincronizzare i gesti dell'uomo con i movimenti della natura. Attraverso l'uso di materiali con qualità organiche (come garze, palloncini, fibre o sabbia, vento, respiro e latte) e facendo affidamento principalmente sui media della fotografia e del disegno, le sue opere esprimono la necessità e la possibilità di una riconciliazione dell'umano gesto con la natura.

Gesto Minimo, 2010