Paride Petrei

Paride Petrei, Partenogenesi I, 2007, pencil and ballpoint on linen paper, 30 x 50 cm Paride Petrei, Partenogenesi I, 2007, pencil and ballpoint on linen paper, 30 x 50 cm

Nato a Pescara, 1978. Vive e lavora a Pescara.

L’azione erosiva e destabilizzante del tempo é “rovina” solo agli occhi di un’umanità che non riesce ad esimersi dal vivere la propria storia come continuo miraggio di sviluppo e progresso. Ribellandosi a questa illusione attraverso una negazione della dimensione antropocentrica della storia, Petrei dà vita a scenari alternativi in cui le energie primordiali dell'umanità divengono motore di enormi ed apparentemente insensati meccanismi autocelebrativi. Nei suoi lavori l’umanità é rappresentata come serva di un progetto utopico determinato e condotto da forze sovrannaturali, vettore di energie misteriose ed incontrollabili e, al contempo, essa stessa (forse inconsapevole) forza della natura.

(Marco Antonini, Natura e Destino, cat. mostra, Milano, 2010)